NEWS

“C’è gente a bordo”. Al lavoro per “Solo Round the Globe Record”

Si lavora per Solo Round the Globe Record, a bordo tanti bravi professionisti dei partner tecnici che supportano il nostro giro del mondo in solitario. Si parte ad Ottobre, dal porto di Cagliari, e siamo tutti impegnati per tagliare il traguardo. Sacrifici ma anche tante soddisfazioni per essere arrivati qui dopo 14 mesi di lavoro, prima a Olbia nell’accogliente e qualificato Cantiere Nautico Gottardi (http://www.cantierenauticogottardi.it/), poi il lavoro con Bert Mauri (costruttore della barca e vi segnaliamo il sito http://www.bertmauri.com/index.html) e con Garmin Marine Italy (http://www.garmin.com/it-IT/esplora/marine/%20). Poi il supporto di Telemar S.p.a Compagnia Generale (http://www.telemarspa.it/), Marlink – Maritime & Enterprise Satellite Communications (http://marlink.com), Katadyn (http://www.katadyn.it/it-it/p/1/home), Solbian (http://www.solbian.eu/index.php?lang=it), Montura (http://www.montura.it/it/persone/discipline/vela/gaetano-mura.php), Lombardini Group (http://www.lombardinigroup.it/homepage), GA.PI.MAR (http://www.gapimar.com/index1.htm), Eberspaecher (https://www.eberspaecher.it).

I partner tecnici: eccellenti compagni di viaggio

Solo Round the Globe Record non è solo l’impresa di un navigatore solitario, ma anche e soprattutto un gioco di squadra per vincere, un lavoro progettato insieme alle eccellenze della nautica nazionale ed internazionale. In questo progetto è infatti fondamentale il ruolo dei partner tecnici che in questi mesi hanno lavorato e condiviso l’idea di giro del mondo in solitario, senza scalo e senza assistenza.

I cantieri

gottardi cantiere nautico

bertmauri

Il Class40 su cui Gaetano Mura solcherà gli Oceani è stato costruito nel cantiere riminese di Bert Mauri, su progetto dell’architetto navale e skipper Sam Manuard, mentre la messa a punto e la realizzazione di tutte le modifiche necessarie ad affrontare una lunga navigazione oceanica, in condizioni estreme di vento e mare, è stata curata nel Cantiere Nautico Gottardi di Olbia.

Logo_Garmin_Marine_Black_CENTRALE

Garmin Marine Italy, azienda leader mondiale nella navigazione satellitare, ha affiancato il team con test sull’intera strumentazione di bordo: i chartplotter della serie GPSMAP 7400, con funzioni specifiche per la navigazione a vela, il rivoluzionario trasduttore vento gWind Race, i maxi display GNX 120 e 130 che permettono la lettura dei dati in ogni condizione, il pilota automatico GHP Reactor di derivazione aeronautica e lo smartwatch quatix 3 dedicato a chi va per mare.
“Stiamo lavorando a bordo del Class40 ormai da mesi, con grande soddisfazione, in un rapporto di proficuo scambio di conoscenze ed esperienze con Gaetano Mura – spiegano i responsabili dell’azienda – l’obbiettivo è preparare al meglio questa splendida imbarcazione. Oggi siamo orgogliosi di poter offrire il nostro know-how tecnologico per questo progetto di navigazione estrema che sposiamo in pieno”.

telemar logo

marlink logo

Compagnia Generale Telemar è un gruppo internazionale fondato nel 1947 dai maggiori armatori italiani, oggi sinonimo di innovazione grazie al know-how sviluppato nel settore delle telecomunicazioni, con specializzazione nella vendita, installazione e manutenzione degli apparati di telecomunicazione, e gestione delle comunicazioni dalle imbarcazioni verso terra.

Marlink è da tempo partner e fornitore di soluzioni satellitari per Compagnia Generale Telemar. Offre sistemi di comunicazione e soluzioni digitali a banda larga ad hoc per la clientela che opera in zone non servite da sistemi di comunicazione tradizionali, sia in ambito marino che terrestre.
“Insieme Telemar & Marlink hanno accettato la sfida di supportare Gaetano Mura con i loro sistemi  di comunicazione nella sua grande avventura, per una connessione completa e realmente sicura“.

solbian

Il Gaetano Mura Solo Round the Globe Record è un’impresa nata sotto il segno dello sviluppo sostenibile e delle energie rinnovabili. Come nel caso della collaborazione con Solbian Energie Alternative srl. Nata nel 2009 sull’onda del successo riscontrato tra i velisti professionisti dall’innovativo pannello fotovoltaico SolbianFlex, realizzato nel 2006 per il Class40 di Giovanni Soldini in collaborazione con il CNR.
Un prodotto che combina l’alta efficienza delle celle monocristalline in silicio con laminazione in tecnopolimeri ad altissima tenacia e resilienza chimica e meccanica. Questi pannelli fotovoltaici flessibili garantiscono campi di impiego molto diversi fra loro. Soprattutto essi sono ideali nell’applicazione sul Class40 di Gaetano Mura, adattandosi alle forme curve e complesse dello scafo grazie a una soluzione customizzata.

je_logo_rgb_quer

Eberspächer, fornitore di spicco nel settore automotive, è uno fra i protagonisti nelle soluzioni di climatizzazione per ogni tipo di mezzo, barche comprese. In particolare i riscaldatori ad aria della serie Airtronic: semplici e compatti, una volta collegati al serbatoio e alla batteria di bordo sono in grado di produrre diffondere il calore in cabina in modo autonomo.
“Il progetto di Gaetano Mura ci ha conquistati, perché porta all’estremo tutti i contenuti e le caratteristiche del riscaldatore Eberspächer che lo rendono perfetto per il mondo della vela: l’autonomia, che è un punto di forza anche nell’uso diportistico, e più ancora l’affidabilità che, con forniture di primo impianto verso tutti i grandi marchi del settore automotive, è senza dubbio un fattore di successo dei nostri riscaldatori.
Garantire il caldo a bordo per 25mila miglia in condizioni estreme, quando non è più solo un fattore di comfort ma diventa determinante per la riuscita di un’impresa, è sicuramente una delle sfide più impegnative”.

montura
In Solo Round the Globe Record non poteva mancare il supporto di Montura che da anni segue e sostiene Gaetano nelle sue imprese. Una conferma di un forte legame tra il navigatore e il marchio impegnato nello sport e nel sociale.

lombardini

Un altro compagno di viaggio in Solo Round the Globe Record è Lombardinigroup, una collaborazione iniziata molti anni fa e che continua nel segno dell’eccellenza e della reciproca soddisfazione professionale.

katadyn-logo

Un altro partner tecnico è il marchio Katadyn che ha fornito il dissalatore.

Infine è doveroso un ringraziamento all’azienda Gino Gennai di Olbia (http://www.ginogennai.it/) che durante i cinque mesi di lavoro al cantiere a Olbia sono stati preziosi fornitori e affidabili collaboratori.